Rete #adessonews

Bonus verde: 1.800 euro per il tuo giardino. Senza ISEE

La svolta green dell’Italia è sempre più una priorità. In attesa di conoscere il testo del Recovery Plan nel quale la sostenibilità ambientale dovrebbe occupare un capitolo importante, il Governo ha provveduto a rinnovare numerosi incentivi che rendano l’edilizia urbana compatibile con l’ambiente. Superbonus 110%, bonus facciate e ristrutturazioni sono tutti aiuti ai cittadini privati che vanno in questa direzione. 

Per questi motivi, anche nel 2021 la Legge di Bilancio ha rinnovato il bonus verde per il rifacimento di terrazzi, giardini e aree destinate alla dimora di alberi e piante. Anche questo bonus si colloca all’interno della vasta gamma di agevolazioni “green”. Si tratta di un’agevolazione fiscale a cui possono accedere sia i proprietari di case singole che i condomìni. Inoltre, vi hanno diritto anche gli inquilini affittuari degli appartamenti.

La detrazione Irpef, in questo infatti consiste il bonus, fu introdotta per la prima volta dalla Legge di Bilancio 2018 e poi rinnovata negli anni fino al 2021. L’incentivo è un’ottima soluzione per stimolare la realizzazione di aree verdi anche nei pressi di palazzi e condomìni, molto spesso circondati da asfalto.

Bonus verde 2021: cos’è e come funziona

In buona sostanza, il bonus verde consiste in una detrazione Irpef pari al 36% della spesa destinata per rimettere a nuovo giardini e zone verdi che fanno parte di immobili destinati a uso abitativo privato e che verranno sottoposti a lavori di ristrutturazione. Non è possibile convertire la detrazione in uno sconto in fattura, né si può accedere alla cessione del credito. Questo infatti è possibile soltanto per il Superbonus 110% e per il bonus facciate.

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Vi hanno diritto tutti gli immobili di proprietà di una singola persona. Praticamente, il bonus viene “assegnato” all’edificio e non al suo proprietario, che quindi può richiederlo più volte se dovesse essere proprietario di più immobili.

Anche gli edifici destinati a uso condominiale possono accedere al bonus verde. I condòmini riceveranno la detrazione che gli spetta soltanto se avranno contribuito al pagamento dei lavori svolti e in misura pari al limite della loro quota millesimale. Ovviamente, dovrà essere tutto dimostrato.

La detrazione, come anticipato, ammonta al 36% della spesa complessiva e quest’ultima (sia per le case singole che per i condomìni) è fissata a un tetto massimo di 5mila euro. Quindi, spendendo il massimo possibile, si possono recuperare fino a 1.800 euro in dieci quote annuali a partire dall’anno in cui si sono sostenute le spese.

Bonus verde 2021: chi può beneficiarne e quali sono le spese ammesse

Può accedere al beneficio chiunque sia proprietario o detentore in qualche modo di un immobile. Sono infatti ammessi anche i nudi proprietari (ovvero chi ha la proprietà e non ne detiene l’uso), gli usufruttari, gli inquilini in affitto o quelli che ne detengono il comodato d’uso, le imprese, le case popolari e gli enti pubblici.

Per quanto riguarda il dettaglio delle spese che accedono al bonus, queste sono: la sistemazione a verde, e la creazione di giardini pensili, la realizzazione di pozzi e tutti i lavori che comprendono il miglioramento degli impianti di irrigazione. Sono agevolate anche tutte le spese relative alla progettazione e alla manutenzione, purché abbiano lo scopo di creare nuovi spazi verdi. Infine, ammessi anche gli interventi di restauro sui giardini di interesse storico e artistico.

Specifiche sono arrivate direttamente dall’Agenzia delle Entrate per chiarire ulteriori dubbi. I lavori effettuati devono essere rigorosamente di natura straordinaria. Non accedono quindi alla detrazione i lavori di manutenzione periodica su giardini preesistenti e quelli relativi alla creazione di nuovi giardini nell’ambito della costruzione di nuovi immobili. Infine, non ne hanno diritto i lavori in economia.

Per quanto riguarda questi ultimi, che si configurano come i lavori svolti autonomamente in prima persona dal proprietario dell’immobile, l’Agenzia delle Entrate ha dovuto specificare che non vi accedono anche se vengono svolti interventi che normalmente hanno diritto al bonus. Tuttavia, c’è un’eccezione: l’Agenzia non esclude che il soggetto possa usufruire dello sgravio per l’acquisto di alberi, piante e arbusti che verranno utilizzati per la realizzazione del giardino o dello spazio verde.

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Bonus verde 2021: i dettagli sui lavori condominiali

Il bonus verde nel 2021 spetta anche ai lavori svolti negli edifici condominiali, purché riguardino anche le parti esterne comuni. Anche in questo caso l’importo massimo di spesa su cui applicare la detrazione è di 5mila euro per ogni singola unità immobiliare compresa nel condominio.

I lavori possono essere eseguiti anche all’interno delle singole abitazioni private, oltre che sulle parti comuni del condominio. In questo caso, ogni singolo proprietario o inquilino avrà diritto alla detrazione Irpef del 36% per entrambi i tipi di lavoro (quello privato e quello comune).

Infine, per quanto riguarda i lavori eseguiti sulle parti comuni degli edifici condominiali, potranno accedere all’agevolazione fiscale anche i proprietari di immobili che non sono destinati a un uso privato, se almeno la metà delle unità immobiliari presenti è invece destinata a tale uso.

Bonus verde 2021: come pagare e quali documenti conservare

Come per tutti i bonus, i pagamenti dei lavori che poi dovranno essere soggetti alla detrazione Irpef dovranno essere effettuati in modalità tracciabile. Consentiti quindi gli assegni bancari e i pagamenti tramite bonifico, carta di credito o bancomat.

Inoltre, per poter accedere allo sgravio fiscale, è assolutamente necessario conservare e presentare al momento della compilazione del 730 tutta la documentazione che certifichi l’avvenuto pagamento delle spese, le fatture che riportino il codice fiscale del beneficiario e tutte le descrizioni dei lavori svolti e, infine, un’autocertificazione in cui si dichiara, sotto la propria responsabilità, di aver svolto lavori per un costo inferiore o uguale a quello massimo consentito (5mila euro).

Per quanto riguarda gli interventi svolti sugli edifici condominiali, è l’amministratore di condominio che deve dichiarare di aver adempiuto tutti gli obblighi previsti dalla legge e, nel caso in cui ci siano meno di otto condòmini, deve presentare autocertificazione con la descrizione di tutti i lavori effettuati e tutti i dati catastali dei singoli immobili.

Bonus mobili, lo sgravio che insieme al bonus verde può incentivare la svolta green

Quello che hanno in comune il bonus mobili e grandi elettrodomestici e il bonus verde è che per entrambi, al fine di poterne usufruire, è vietato il pagamento in contanti. Mentre per lo sgravio che incentiva la creazione di giardini e spazi verdi è consentito il pagamento con l’assegno, questa modalità è invece esclusa per il bonus mobili.

Quest’ultimo prevede una detrazione Irpef al 50% sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici nuovi purché siano di classe energetica non inferiore alla A+ (classe A o superiori, invece, per i forni e le lavasciuga). La spesa massima detraibile è di 16mila euro nel 2021, mentre fino allo scorso anno era stata di 10mila euro e vi si può accedere soltanto se l’immobile è stato sottoposto a lavori edilizi attraverso i quali si è usufruito del bonus ristrutturazione.

Occhio al cambio delle etichette energetiche! A partire da marzo 2021, infatti, la Commissione Europea ha deciso di adottare una classificazione più semplice. Per cui, alcuni elettrodomestici che prima erano classe A+, classe A++ o classe A+++, ora posso essere stati declassati alla classe A che, come abbiamo detto in precedenza, non dà accesso al bonus se non per i forni e per le lavasciuga.

Bonus verde 2021: tutti gli interventi ammessi che rendono più accogliente il tuo giardino

La bella stagione si avvicina. Quale periodo migliore della primavera per intervenire sul proprio giardino al fine di creare un ambiente accogliente in vista dell’estate? Habitissimo, il sito web che raccoglie imprese e liberi professionisti del mondo dell’edilizia, ha stilato una listi di interventi attraverso i quali si può accedere al bonus verde e rendere più ospitale il proprio giardino.

In primis, gli esperti consigliano di piantare alberi e arbusti per poter sia migliorare l’aspetto fisico del giardino che per poter creare zone d’ombra in vista dell’estate. Un’ottima soluzione è anche la posa di un prato calpestabile. Una soluzione comoda e veloce è quella del prato a rotoli o naturale o sintetico. Ovviamente, l’effetto del prato naturale è totalmente diverso, ma è chiaro che richiede molta più cura e manutenzione. Ci sono comunque ottime qualità di prati sintetici che hanno un effetto ottico simile a quello del prato naturale.

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Il prato può essere poi intervallato dalla creazione di vialetti, comodi e di evidente impatto visivo. Danno ordine e pulizia al giardino e possono essere realizzati o in pietra naturale per un effetto più tradizionale o in cemento per un risultato più minimal ed essenziale.

Infine, realizzare un orto è un ottimo compromesso per creare un bel giardino e anche sfruttarlo per la coltivazione di frutta e verdura. All’orto può essere affiancata la creazione di impianti di irrigazione a goccia (anche questi coperti dal bonus verde) utili anche contro lo spreco di acqua perché consentono di programmare quotidianamente l’innaffiamento delle piante e degli spazi verdi.

Le idee ci sono, le agevolazioni anche: basta soltanto mettersi in moto per poter creare ambienti sempre più sostenibili e verdi, così da dare nuovo respiro alle città, sempre più ingrigite da cemento e asfalto.

Giornalista, classe 1994.
Pugliese di nascita, ho conseguito una laurea in Lettere moderne presso l’Università degli Studi di Bari Aldo moro e un Master in giornalismo. Nonostante la mia formazione sia prettamente umanistica, ho allargato i miei interessi al mondo dell’economia e del marketing. Scrivo tanto, leggo tantissimo: ho troppe domande a cui desidero dare una risposta. Curiosa e instancabile, sono appassionata del mondo della comunicazione in tutte le sue forme.
Il mio motto è? “Sii gentile e abbi coraggio”.

Source

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: